Dai primi esordi al Norman all’Afterlife con gli internazionali Ward 21 

Sarà l’Afterlife di Perugia ad aprire le sue porte, mercoledì 7 dicembre (dalle ore 22.30), a uno degli eventi più amati e seguiti dal pubblico umbro (e non solo), Bashfire che in questo 2016 taglia il nastro del traguardo dei 15 anni (hashtag ufficiali #bashfire15 e #bouncepg).

Nato nel 2001 da un’idea di Francesco Fiorucci, alias Chiskee, appassionato da sempre dell’arte del Dj, che subito coinvolge Daniele e Francesco Meloni, il progetto inizia a svilupparsi, ‘a colpi’ di vinili, in alcuni piccoli locali perugini, fino ad approdare all’indiscusso tempio della scena underground di allora: il Norman. Bashfire cresce sempre di più, di anno in anno, accogliendo nella sua ‘famiglia’ anche Luca e Marco Minestrini, facendosi tanto apprezzare da ritrovarsi nella yard per eccellenza, il Rototom Sunsplah. Il progetto si allarga a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale e si ritrova catapultato all’interno delle serate promosse dai più grandi promoter nazionali. Dopo tre anni all’Urban Club di Perugia,  si sposta all’Afterlife dove viene allestito il Bounce Party in collaborazione con Giorgo Vescarelli e i giovanissimi Filippo Garofanini e Lorenzo Pezzali (Garm e DR.Soul). Bashfire è completamento autoprodotto, fatta eccezione, in alcuni casi, di avvalersi della collaborazione di alcune enti e associazioni, una delle quali il Rework.

WARD 21 Gruppo giamaicano di Kingston formatosi alla fine degli anni Novanta. La band dance hall tra le più apprezzate in Europa, dopo aver sbaragliato il mercato del vecchio continente, torna in Italia a distanza di un anno con cinque tappe del Power Sourge Tour Europe 2016, nome che riporta all’omonimo disco del gruppo uscito lo scorso 30 settembre. Andre “Suku” Gray, Mark “Mean Dog” Henry e Kunley McCarthy proporranno un movimentato live show sul palco del club perugino accompagnati dal collettivo francese Dub Akom.

Annunci